Autunno/ Green food/ Intolleranze/ Primi piatti

Zuppa caprese (Jamie Oliver)

Sfogliare una rivista o leggere qualche pagina con il Kindle è un’abitudine serale che mi accompagna da qualche tempo.
L’ultima rivista che ho letto e ben riempito di post-it sulle ricette da provare è stata Jamie Magazine e la prima che mi è subito saltata all’occhio è stata la zuppa caprese.
Un piatto semplice, pieno di sapori e profumi, veloce da fare e diverso dalle solite zuppe, con una rifinitura finale data dalla mozzarella (io ho usato un’ottima burrata) che le dona una freschezza meravigliosa.

PS: se avete un marito affamato, che non ha capito che, oltre a doverla mangiare tiepido-fredda, dovrete fare una sessione di almeno mezz’ora di fotografie serali che non vi soddisferanno per niente AVVERTITELO PER TEMPO, non fate come me che l’ho abbandonato mentre (nell’ordine, con qualche ripetizione tra uno status e l’altro):
– metteva più volte la testa sopra alla pentola, vuota,
– tirava il collo dalla sua postazione divanesca,
– mi seguiva con le braccia attorcigliate dietro la schiena,
– sbuffava silenziosamente,
– lanciava occhiatacce di soppiatto


finché sono arrivati gli sguardi supplichevoli e, quando finalmente è giunto a tavola, ha esclamato perplesso: ‘Ma non è calda!‘.

Zuppa caprese

Ingredienti (c’è scritto per 4, ma mi è venuta per 3: mi sa che mangiamo troppo):
– 1 kg pomodori misti (io ramato e ciliegia che avevo in casa);
– 1/2 testa d’aglio (io mezza cipolla, l’aglio non riesco a tollerarne più d’uno pezzettino-ino ino);
– olio extravergine di oliva;
– 4 pomodori secchi sott’olio sgocciolato; 
– 50 g di foglie di basilico, più per servire;
– 1 cucchiaio zucchero di canna ;
– 1 ½ cucchiaio aceto di vino rosso ;
– sale&pepe;
– 4 fette di ciabatta ;
– 2 mozzarelle da 125 g (io una burrata da 300 g).
Preparazione:  
Preriscaldate il forno a 200° (io 180°, sempre per i soliti motivi del forno ciofeca che brucia a temperature medio-alte e non raggiunge temperature elevate). 
Mettete i pomodori e la cipolla in una teglia o pentola da forno, irrorate con un cucchiaio d’olio
d’oliva, infornate e lasciate cucinare finché i pomodori più grandi hanno delle crepe, circa mezz’ora. Togliete dal forno e fate intiepidire.
Mettete quindi i pomodori, la cipolla, 3 cucchiai d’olio, il basilico, lo zucchero di canna, l’aceto ed una spolverata di sale e pepe nel bicchiere del frullatore (o del mixer ad immersione) e rendete il tutto una purea. Scaldate in un tegame per qualche minuto senza portarla a bollore, solo per intiepidirla.
Intanto scaldate una griglia e fate tostare il pane su entrambi i lati.
Servita la zuppa con 1/3 della burrata in ogni ciotola, decorate col basilico, un filo d’olio e mettete in tavola con il pane croccante.

21 Comments

  • Reply
    Tatiana Di Grazia
    10 Settembre 2014 at 12:20

    della serie : colora la tua vita!!!! fantastico post! ingredienti estivi ma colore pre-autunnale, almeno io la vedo così! baci Tatiana

    • Reply
      onecakeinamillion
      10 Settembre 2014 at 12:23

      Esatto, diciamo che le foto sono a tema. Casualmente però!
      Avrei voluto fotografare anche la zuppa con la luce naturale, ma non ho fatto in tempo.
      Quindi quando ho sistemato le foto ho cercato di lasciarle quel bel colore arancio intenso, rovinando un po' il resto, anche con le ombre…
      W i colori!

  • Reply
    Nicol - Col kitchen and photos
    10 Settembre 2014 at 12:22

    "C'è scritto per 4", ma è così buona che anche uno da solo potrebbe finirsela, ammettiamolo 😉
    Io non l'ho ancora provata, ma attira assai e poi la zuppa di pomodoro è buonissima!!

    • Reply
      onecakeinamillion
      10 Settembre 2014 at 13:37

      Io ero titubante la prima volta che ho provato una crema al pomodoro: temevo fosse come mangiare la conserva, invece sono paradisiache, semplici e cosi 'comfort'!
      Prova questa di Jamie-uzzo, non te la scordi più (soprattutto dopo le mie horrible-photo)!

    • Reply
      Nicol - Col kitchen and photos
      11 Settembre 2014 at 12:45

      se vuoi vedere delle vere horrible-photos vai sul mio blog, guarda i post di quest'inverno e inorridisci pure! 😉

    • Reply
      onecakeinamillion
      11 Settembre 2014 at 13:23

      Maddaiii ma hai visto le mie fino a 2/3 mesi fa? Unlookable 😀

  • Reply
    Chiara Setti
    10 Settembre 2014 at 16:42

    Anch'io oggi vado di jamie e l'insalata che doveva essere tiepida…il marito l'ha mangiata fredda!!!! Hahahah

    • Reply
      onecakeinamillion
      11 Settembre 2014 at 7:16

      Eheh poveri mariti!!
      Ma con tutte le bontà che mangiano ogni tanto si devono pur sacrificare no??

  • Reply
    Giulia Cappelli
    10 Settembre 2014 at 16:46

    Una zuppa che ho visto e che mi sa farò a breve perchè mi ispira tantissimo!!gnammy! buona serata!

  • Reply
    Anna Rita Granata
    10 Settembre 2014 at 17:43

    L'avevamo adocchiata anche io e mia madre! mi hai fatto venire ancora più voglia di farla!! :p
    un bacioneee!!

  • Reply
    edvige
    10 Settembre 2014 at 18:56

    Ottimo veramente gustoso da prendere buona nota ciaooo

  • Reply
    cincia del bosco
    11 Settembre 2014 at 7:34

    Una vera leccornia, spero di replicarla fintanto che ci sono i pomodori estivi saporiti.
    Che ridere il marito, sboffonchiante, me lo vedo che ti gira attorno!
    E' una scena che mi ricorda qualcosa, solitamente fotografo la sera e direttamente sul tavolo, ma visto che anch'io faccio sempre dosi doppie, ho preso l'abitudine di mangiare il primo giro in modo da quietare il mio stomaco e quello del maritino e fotografare al secondo giro. Il marito guarda sempre con l'occhietto "quando me ne darai ancora?" ma c'è meno insistenza nello sguardo, prova! C'è da dire che io non faccio grandi imprese fotografiche e mi accontento alla veloce del risultato, nelle tue c'è molta più cura e sono belle anche queste. E poi, che dire, la zuppa parla da sola!
    saluti Su

    • Reply
      onecakeinamillion
      11 Settembre 2014 at 13:27

      Si è davvero buona, ed ha così pochi ingredienti che non pensavo venisse così!
      Ah, poveri mariti, ci mancavano solo i set per il blog!
      'Posso mangiare il dolce o devi prima fotografarlo?' Che cucciolo!
      Però questa cosa delle doppie porzioni 'prima mangia e poi fotografa' non è affatto male come idea!! Grazie

  • Reply
    Anna Luisa e Fabio
    11 Settembre 2014 at 9:31

    Non l'ho comprata la rivista, ma questa mi sembra una gran bella ricetta, anche mangiata non calda 🙂

    Fabio

    • Reply
      onecakeinamillion
      11 Settembre 2014 at 13:28

      Io non compro tantissime riviste, me le studio un po' prima di acquistarle, ma in questo numero ci sono un sacco di ricette che vorrei provare. Eh si, il marito può confermare che, anche se non era calda, era buona 😉

  • Reply
    conunpocodizucchero Elena
    11 Settembre 2014 at 11:39

    ahahahaa!!come capisco tuo marito! lo metto in contatto con il mio e vediamo cosa viene fuori?!?!?! 😀
    cmq stasera gli chiedo di comprarmelo sul suo kindle! 😉

  • Reply
    Rose
    11 Settembre 2014 at 17:31

    Che bontà *-*
    Chocolate Rose Style

  • Leave a Reply