Dolci/ Lievitati

Panbrioche al cioccolato

Qualche settimana fa avevo parlato qui sul blog del metodo NoKneading, ossia quel sistema che permette di creare impasti in maniera veloce, conservarli in frigo e lavorarli quando si ha tempo per ottenere sempre un pane fresco e fragrante (detto in parole mooolto povere).
Ebbene, sfogliando il libro da cui ho appreso questa tecnica (Five Minutes Bread)ho trovato anche altri tipi di ricette, sempre lievitati, come per esempio il panbrioche di oggi.

Alla mattina sono pigra e la sola idea di spalmare la marmellata su una fetta biscottata mi addormento, però ogni tanto mi sveglio arzilla e affamata, e, tempo permettendo, mi preparo una colazione coi fiocchi.

Per equilibrare queste situazioni agli antipodi, ho provato a fare questa ricetta, ed il risultato è talmente buono e soffice (il quarto giorno, conservandolo in un sacchetto ermetico, era ancora tenero e profumatissimo) che ha spazzato via tutta la mia pigrizia.
Dimenticandomi che le dosi di quel libro sono abnormi, ho seguito alla lettera la ricetta, producendo un bauletto, 4 mini bauletti ed una pagnotta (prontamente surgelata appena tiepida), quindi vi scrivo la ricetta in modo che possiate ottenere un bel panbrioche in uno stampo 25 x10 cm
 
Panbrioche al cioccolato
 
Ingredienti
 
-200 ml acqua tiepida;
-10 gr lievito di birra;
-65 gr cioccolato fondente;
-60 gr burro;
-120 gr zucchero (o 5 cucchiai di miele); 
-2 uova;
-380 gr farina 0;
 
-50 gr cacao;
-1 cucchiaino sale;
-50 gr cioccolato fondente tritato grossolanamente.
 
In una ciotolina stemperate completamente il lievito nell’acqua.
Fate sciogliere a bagnomaria o in microonde il burro coi 65 gr di cioccolato, unitevi lo zucchero (o il miele), mescolate e lasciate intiepidire, quindi aggiungete le uova e create un composto omogeneo.Mettete la farina
in una ciotola, insieme al cacao, al sale ed al cioccolato, aggiungete i due composti preparati in precedenza (acqua+lievito – cioccolato+burro+zucchero) ed amalgamate il tutto molto velocemente. Coprite
bene con la pellicola e mettete in frigorifero per 12-18-massimo 24 ore (ci sono prodotti deperibili), lasciandolo poi a temperatura ambiente per circa due ore prima di lavorarlo.
Se invece volete farlo subito, non mettetelo in frigo e fatelo riposare per due ore coperto, risulterà un po’ meno morbido.Prelevate l’impasto, fatelo cadere su una spianatoia infarinata e dividetelo in 4 parti; cercando di maneggiarlo il meno possibile, fate le “famose” pieghe, per dare struttura, ad ognuna delle parti: lo si sovrappone per 2/3, chiudendovi poi il terzo rimanente sopra; girate di 90° e ripetete.
Mettete la chiusura delle pieghe verso il basso e, facendo ruotare sulla spianatoia il pacchetto -sempre con le pieghe sotto-, pian piano formate una palla, spingendo verso la base i lati.
Fate la stessa operazione con gli altri 3 pacchetti, quindi mettete le 4 palline una accanto all’altra nello stampo da plumcake, coprite e fate riposare a temperatura ambiente (20-24°) per 40-50 minuti, intanto accendete il forno a 200° e mettetevi all’interno, sul fondo, una teglia con 2 bicchieri d’acqua.
Togliete la pellicola ed infornate il panbrioche, fatelo cuocere circa 40 minuti, o finché non è bello dorato, lasciatelo riposare 10 minuti a forno spento, prelevate e fate raffreddare prima di sformarlo e tagliarlo.

1 Comment

  • Reply
    Andrea monni
    9 Settembre 2014 at 10:43

    Ciao Monica …belllismo blog…foto fantastiche….prenderò spunto dalle tue ricette !!!!

  • Leave a Reply