Basi

No Knead Bread al grano duro

Piccolo post oggi, veloce, poi ci rifacciamo domani con il secondo strudel per l’MTC Challenge!
Ormai il pane senza impasto mi ha attratta nella sua tela e non mi molla più (QUI alle rose, QUI al cioccolato).
Mi piace tantissimo: veloce, pratico, ben alveolato, con la crosta croccante e l’interno morbido, connubio modificabile a piacere grazie a un taglio subito dopo cottura che permette l’immediata fuoriuscita del calore (quindi crosta croccantissima, ma si conserva per meno giorni) oppure lasciarlo riposar per qualche ora, ottenendo un interno profumatissimo e morbido, ed una crosta compatta, ma più tenera. A voi la scelta.
L’idea è sempre quella di base: impastare velocemente per non far formare subito il glutine, che lo renderebbe più tenace, facendo creare la maglia glutinica durante il riposo in frigorifero, che può addirittura prolungarsi per una settimana (non ho mai provato, vi farò sapere), dargli struttura con le pieghe, farlo lievitare e cucinarlo a temperature molto alte, per metà tempo con vapore (o una teglia con acqua posta sul fondo del forno, o cotto in pentola con coperchio chiuso) e metà con forno statico.
Facile, veloce e buonissimo.
Pane con semola di grano duro
Ingredienti
-350 ml acqua;
-10 gr lievito di birra;
-1 cucchiaino miele;
-210 gr farina di semola rimacinata;
-220 gr farina 0;
-1 cucchiaino raso di sale;
-farina di semola per la cottura.
In una ciotolina mescolate il lievito nell’acqua, facendolo sciogliere completamente e unitevi il miele.
Mettete le farine
in una ciotola, insieme al sale, mescolate bene, versateci
l’acqua ed amalgamate il tutto molto velocemente. Coprite
bene con la pellicola e mettete in frigorifero per circa 24 h (oppure lasciate lievitare a temperatura ambiente per 2 h, otterrete un risultato meno morbido).
Togliete l’impasto dal frigo (o dove l’avete messo a lievitare 2 ore), fatelo cadere su una spianatoia infarinata e, cercando di maneggiarlo il meno possibile, fate le “famose” pieghe, per dare struttura: lo si sovrappone per 2/3, chiudendovi poi il terzo rimanente sopra; girate di 90° e ripetete.
Infarinate un canovaccio e poggiatevi sopra la massa, con l’ultimo lembo
piegato rivolto verso il basso, chiudete il tessuto e lasciate
lievitare per circa un’ora.
Accendete il forno al massimo, circa 250 gradi, e metteteci dentro la
pentola, vuota, a scaldare, quindi prelevatela momentaneamente (oppure mettete una teglia con dell’acqua, e infornate il pane su una leccarda in ferro infarinata). Prendete
l’impasto, praticate i tagli, infarinatelo molto con la semola e posatelo nella pentola, sempre con la chiusura verso il
basso (quindi capovolgetelo dal canovaccio sulla mano e ri-capovolgete dalla mano alla pentola), spolverate di farina, mettete il coperchio e infornate.
Lasciate cuocere per circa mezz’ora, poi togliete il coperchio e fate dorare per 15-20 minuti, quindi togliete dal forno.

6 Comments

  • Reply
    Patty
    13 Febbraio 2014 at 9:06

    Carissima Monica, felice di conoscerti e grazie per il tuo commento sullo strudel. Aspetto il tuo naturalmente ed immagino che sarà fantastico. Inoltre ti invito, se avrai voglia, a partecipare al mio contest che scade a fine marzo. Un bel bacione, Pat

  • Reply
    onecakeinamillion
    13 Febbraio 2014 at 9:07

    Buongiorno!
    Io ho già fatto il primo, dolce, domani il salato..ma ho un'idea per un altro dolce…vediamo se entro il 25 ce la fò 😉
    Contest?
    Ora passo a vedere, grazie della visita!

  • Reply
    Francy BurroeZucchero
    14 Febbraio 2014 at 7:16

    Ciao Monica! il pane senza impasto mi tenta non sai da quanto, ma leggendo il tuo post così ben spiegato mi sa che a breve mi decido! bellissimo il tuo pane! complimenti!!! un bacione!

    • Reply
      onecakeinamillion
      14 Febbraio 2014 at 7:22

      Ciao!
      Si in effetti è talmente semplice e di ottima riuscita che è un peccato non provare!
      Fammi sapere!

  • Reply
    Passione Light
    15 Febbraio 2014 at 15:49

    Complimenti per la tecnica, lo proverò.
    Se ti va di curiosare ed unirti al mio blog http://www.passionelight.it
    A presto
    Lorena

  • Leave a Reply