Blogging/ Green food/ Primi piatti

Un pasticcio tutto mio

Quando frequenti l’università, a meno che tu non abbia qualcuno che lo fa per te, devi per forza arrabattarti in qualche maniera per di mangiare.
Io ho sempre odiato frequentare la mensa, soprattutto gli ultimi anni quando le lezioni erano più rade, quindi, un po’ per passione di famiglia ed un po’ per necessità, ho imparato a destreggiarmi tra i fornelli.
Ecco, questo breve riassuntino per introdurvi alla ricetta di oggi, inventata proprio in questo periodo di “apprendimento culinario”.
Nonostante io odi l’insalata, adoro il radicchio di Treviso, quello tardivo, soprattutto scottato, e in misura ancora maggiore sono besciamella-dipendente (ricordo ancora quand’ero piccola e la mamma mi concedeva di ripulire la pentola ed il cucchiaio usati per preparala) quindi da questo amore è nata l’ispirazione per questo pasticcio.
Pasticcio radicchio e salsiccia
Ingredienti (6/8 porzioni)
IMPASTO
-300 gr farina 00
-3 uova
-sale
FARCITURA
-5 cespi radicchio TV (preferibilmente tardivo)
-5 salsicce
-origano
-1,5 lt latte
-100 gr burro (ed alcuni grammi per la teglia)
-100 gr farina
-noce moscata
-parmigiano grattugiato
-olio
-sale 
Fate il classico impasto per la pasta all’uovo, con una fontana di farina e nel cui centro metterete le uova ed il sale. Mescolate con le dita e pian piano iniziate ad impastare, sempre più energicamente, fino a quando otterrete una palla liscia ed omogenea. Mettete a riposare al fresco sotto un canovaccio per circa un’ora.
(Nella variante proposta nella foto, ho alternato sfoglia verde e sfoglia normale. Se volete realizzare la pasta verde vi basterà aggiungere 150 gr di farina e 250 gr di spinaci lessati, scolati e frullati nel mixer.)
Mettete a scaldare il latte, fate sciogliere il burro in una pentola alta,togliete dal fuoco aggiungete la farina un paio di cucchiai di latte caldo e sbattete subito con una frusta fino ad ottenere un composto denso e senza grumi. Condite con sale e noce moscata e continuando a montare con la frusta versate il latte restante a filo. Portate a bollore con la fiamma bassa, continuando a mescolare poi per circa 5 minuti. Togliete dal fuoco e mettete da parte.
Lavate il radicchio, pulitelo e tagliatelo in quarti (6 parti se è un cespo voluminoso) e divideteli a loro volta in 3. Levate il budello dalla salsiccia e spezzettatela in parti di circa 1-2 cm. 
Prendete una padella capiente, versateci un filo d’olio e fate rosolare la salsiccia con un pizzico di origano, poi aggiungete il radicchio, salate leggermente (attenzione: c’è la salsiccia già saporita, non esagerate), cucinate un paio di minuti a fiamma viva e poi riducete il calore e coprite con un coperchio per 10 minuti, mescolando ogni tanto.
Versate la salsiccia con il radicchio nella pentola della besciamella e mescolate.
Preparate una pentola capiente piena d’acqua, postate a bollore e salate.
Passate la pasta nella macchina sfogliatrice, o se preferite col mattarello, ottenendo delle sfoglie rettangolari sottili (spessore a vostro piacimento), che taglierete in base alla dimensione della vostra teglia da forno. Cucinatele, poche per volta, per un paio di minuti nell’acqua bollente e, dopo averle fatte riposare in una terrina di acqua fredda, fatele scolare sopra ad uno strato di canovacci pulitisssssimi e privi di profumo/residui di detersivo ecc.
Accendete il forno a 150° ed in una teglia imburrata componete il pasticcio alternando uno strato di pasta ad uno di farcitura e ad una spolverata di parmigiano, terminando con farcitura e formaggio abbondante.
Cucinate in forno per circa 40 minuti. Spegnete e lasciate riposare al caldo prima di servire, in modo che diventi compatto e non si sfaldi nel piatto.

2 Comments

  • Reply
    Giuditta
    20 Gennaio 2012 at 10:57

    Da brava "besciamella-dipendente" pure io…devo provarlo *_*

  • Leave a Reply