Dolci

Tiramisù 2.0

Tiramisù rotolo bisquit
La storia di un mezzo fallimento, con un lieto fine
.
Quando Pure Stagioni mi ha contattato per provare alcune delle loro confetture ero felicissima ed ho subito iniziato a pensare a come esaltare queste piccole perle in un barattolo bellissimo. Volevo preparare un rotolo con la confettura di fragole, visto che non avevo mai fatto la pasta bisquit.
PRIMO ERRORE,testare sempre una prima volta le ricette.
Studio, armeggio, scelgo la ricetta, preparo tutti gli ingredienti e la eseguo pedissequamente. Non uso uno stampo delle misure adatte, ma di 1cm per lato più piccolo. SUPPONGO SIA IL SECONDO ERRORE (anche se vista la differenza ho usato due stampini supplementari).
Metto l’impasto nella teglia, più la rimanenza in due stampini per muffin e inforno. E questo cresce, cresce tanto e bene, e qualcosa non quadra. Sforno, rovescio su un canovaccio umido, arrotolo, ma mi pare troppo spesso.
Insomma, morale della favola, il rotolo è troppo cicciotto, lo farcisco, lo ri-arrotolo e inizia a rompersi su un lato.
Lo faccio riposare e quando torno è li, sfregiato, che mi fissa chiedendomi aiuto. E adesso? Lo rifaccio? No, non ho più la confettura, allora chiedo consigli alle amiche blogger, e dopo aver battuto un po’ la testa sul muro decido di usarlo per un tiramisù 2.0, arricchirlo con la crema al mascarpone, profumarlo con rose essiccate e rifinirlo con la confettura di fragole.
Eccovi allora il mio tiramisù rivisitato, con la crema pastorizzata a base patè a bombe di Montersino.

 

TIRAMISU’ 2.0

Tempo di preparazione : 30 minuti
PER 6 PERSONE

INGREDIENTI

  • rotolo bisquit ;
  • confettura di fragole Pure Stagioni ;
  • 50 g tuorli (3 tuorli circa);
  • 85 g zucchero semolato;
  • 25 g acqua;
  • 250 g mascarpone;
  • 12 rose essiccate edibili.

PREPARAZIONE

Preparate il rotolo come da ricetta (secondo me è meglio usare uno stampo leggermente più grande e ricordate di inumidire bene il canovaccio!) e farcitelo con un velo di confettura, circa 100 grammi, quindi fatelo riposare un paio d’ore in frigorifero.

Preparate la patè a bombe mettendo i tuorli leggermente sbattuti nella ciotola della planetaria. Scaldate fino a 121 gradi l’acqua con lo zucchero in un pentolino e versate a filo sui tuorli mentre la planetaria monta a massima velocità, finché il composto non è freddo, gonfio e spumoso.
Unite il mascarpone montando a velocità minima finché è incorporato.

Prelevate il rotolo dal frigo, tagliatelo in 12 fette e spezzettate 6 rose essiccate. Mettete un cucchiaio raso di crema sul fondo di 6 bicchieri bassi (o vasetti), poi il rotolo, spolverate leggermente con le rose frantumate, mettete due cucchiai di crema, un’altra fetta di rotolo, la crema, rifinite con un cucchiaio raso di confettura e decorate con una leggera spolverata di rose essiccate ed un rosellina intera.

Fate riposare un paio d’ore almeno in frigorifero, quindi servite.

 

Se ti piace la ricetta e se vuoi rifarla e fotografarla, taggami nelle tue foto di instagram come monioneinamillion oppure posta la foto sulla pagina facebook ed io la condividerò con piacere sui social!

Tiramisù rotolo bisquit
Tiramisù rotolo bisquit
Tiramisù rotolo bisquit

RICETTE CON LA ZUCCA

10 Comments

  • Reply
    Marghe
    17 giugno 2016 at 10:21

    Rosa e fragola, un abbinamento che trasuda eleganza e note inebrianti: direi che hai recuperato benissimo i due errori, amica. E credo che arte in cucina sia anche questo.
    E sempre di arte parliamo anche rispetto alle tue foto oniriche, che dire <3

    • Reply
      Monica Giustina
      17 giugno 2016 at 14:39

      Ehhhhhhhh Marghe, tu hai una dolcezza sopraffina che non ha eguali, e riesci sempre a regalarmi sorrisi, grandi. Grazie mille tesor!

  • Reply
    Milena
    17 giugno 2016 at 13:44

    Preferisco la versione classica, ma apprezzo sempre e molto chi osa. E inoltre è lodevole – a miov avviso – riconoscere i propri errori e trasformarli – come in questo caso – in un elegante e squisito dessert 🙂

    • Reply
      Monica Giustina
      17 giugno 2016 at 14:43

      La versione classica, quella con i savoiardi e la crema senza la panna, è intoccabile!!!! Grazie Milena, il risultato è stato goloso al punto giusto, ed ha riparato ai danni del povero rotolo! Bacioni

  • Reply
    CHIARA
    17 giugno 2016 at 18:00

    Che meraviglia mOni, nonostante il disastro del bisquit dei riuscita a creare lo stesso un dolce golosissimo, che mi piacerebbe proprio assaggiare! E poi le foto, sono uno spettacolo ^^ ti mando un abbraccio gigante, bacini sparsi! <3

    • Reply
      Monica Giustina
      22 giugno 2016 at 9:41

      Chiaretta grazie, ero super demoralizzata con quel cavolo di bisquit, per fortuna poi il tiramisù era buonissimo! Baci giganti!!

  • Reply
    Lalla
    19 giugno 2016 at 11:20

    Anzi che hai avuto la freddezza di pensare a come riusare il “fallimento” …avrei buttato tutto via di getto.
    Mi piace da matti l’idea delle rose essiccate…su di un dolce che assaggerei proprio 😉

    • Reply
      Monica Giustina
      22 giugno 2016 at 9:41

      Si, diciamo che per fortuna sul blog non si vedono le mie reazioni e non si sentono i miei commenti prima di risolverla con un tiramisù 😀 😀 😀
      Grazie mille Laura, un abbraccio <3

  • Reply
    uno spicchio di melone
    20 giugno 2016 at 15:48

    Woooow! Semplicemente divino…complimenti! E’ tutto stupendo!
    unospicchiodimelone!

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Pasticcini di frolla montata