Contorni/ Green food

Radicchio marinato

 
 

In quanto amante del radicchio tardivo di Treviso, quando non lo trovo al supermercato mi accontento dello Spadone, che è leggermente più amaro e meno saporito.

Di solito lo preparo saltato in padella, oppure nelle torte salate, ma questa volta ho voluto trovare un modo di servirlo freddo evitando la classica insalata, soprattutto per il suo gusto, appunto, amarognolo (ma la ricetta si presta molto bene anche per il tardivo).
Ci vuole pochissimo a prepararlo, solo vi consiglio di lasciarlo a marinare almeno per 6-7 ore, per dargli gusto e “cuocerlo” con il limone, così che perda solo in parte la sua croccantezza (cosa che succede completamente quando lo si cucina in padella).

 
Radicchio Spadone marinato
 
Ingredienti
 
-2 cespi di radicchio spadone;
-1/2 bicchiere olio d’oliva;
-3 cucchiai aceto bianco;
-2 cucchiai aceto balsamico;
-1/2 limone;
-1/2 cucchiaino zucchero (o miele);
-sale;
-pepe.
 
Portate ad ebollizione una pentola con circa 1 lt d’acqua dove verserete 3 cucchiai d’aceto bianco ed immergetevi il radicchio.
Fatelo sbianchire per 2/3 minuti.
Intanto in un bicchiere emulsionate l’olio con 2 cucchiai d’aceto balsamico, il succo del mezzo limone, lo zucchero, il sale e il pepe a piacere.
Con una schiumarola scolate il radicchio e disponetelo il una teglia larga senza far sovrapporre le foglie in modo che si raffreddino, versatevi sopra il condimento nel bicchiere in modo che tutto il radicchio sia irrorato, se volete potete anche farlo a strati.
Coprite e riponete in frigorifero per almeno 6-7 ore e toglietelo circa mezz’ora prima di servirlo così che non risulti eccessivamente freddo.

 

No Comments

Leave a Reply