Comfort food/ Green food/ Panini/ Primavera

Green burger di quinoa e piselli

Veggie burger quinoa piselli
Prendi un forno Neff slide&hide e mettilo in una ciotola.
Aggiungi un libro dalle ricette green e spezzettalo grossolanamente.
Prendi una settimana stressante ed effettua le pieghe stretch&fold più volte sul piano in acciaio fino a compattarla.
Versa un decilitro (anche due) di vino rosso, buono e profumato, in un bicchiere e bevilo canticchiando.
Trita finemente la voglia di un panino goloso, ma sano e leggero, e mescolala al resto degli ingredienti.
Stendi tutto in una teglia, spolvera con un pizzico di follia bicolor e –dopo aver raccolto la mascella per i soli 8 minuti necessari al riscaldamento- inforna impostando il timer di autospegnimento.
Esci, vai in farmacia, tanto i panini in meno di 30 minuti con la baracca il forno di prima non erano mai pronti.
Rientra dopo 15 minuti, corri in cucina e spegni immediatamente tutto perché i panini sono già alti, soffici e con un colore al limite del bruciacchiato.
E ridi, ridi come una matta, perché anche se le cose materiali non sono importanti nella vita, tu hai finalmente un forno che meriti tale nome.

Ora, non rileggete quello che ho scritto, sono i deliri di un sabato sera, che poi potreste prenderli per realtà 😉

L’idea di questo panino nasce da una ricetta trovata in Good Food di Csaba (ve ne ho parlato QUI), rivisitata e tuffata nella ricetta ormai di casa dei burger buns. And GO GREEN!

 

GREEN BURGER

Tempo di preparazione : 10 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti
Per 2 burger

INGREDIENTI

  • 80 g quinoa nera
  • 250 ml acqua
  • 120 g pisellini surgelati (o freschi se di stagione)
  • 30 g farina di riso
  • 2 foglie basilico fresco
  • sale
  • pepe nero macinato al momento
  • olio d’oliva extravergine delicato
  • burger buns
  • 6 fette provola affumicata
  • 1 pomodoro costoluto grande
  • 2 manciate spinacini freschi
  •  ketchup alla zucca
  • maionese al wasaby

PREPARAZIONE

Preparate in anticipo i burger buns spolverandoli con sesamo sia bianco che nero.

Mettete in un pentolino la quinoa con l’acqua e portate a bollore, salate e fate cuocere circa 20 minuti, finché è morbida, toglietene metà e unite i pisellini, quindi cuocete per circa 10 minuti e l’acqua dovrebbe essere completamente evaporata. Lasciate intiepidire quindi unite il basilico ai pisellini con metà della quinoa e frullate, unite la quinoa intera, aggiustate di sale, pepate e versate la farina di riso. Mescolate, compattate a fondo e formate due burger delle stesse dimensioni.

Scaldate una padella, ungetela con un filo d’olio e cuocete i due burger su entrambi i lati finché sono dorati.

Nel frattempo scaldate i buns tagliati a metà su una griglia, mettendo due fette di provola in ognuno( entrambe all’interno, una sulla base e uno sul coperchio, affettate il pomodoro in 4, lavate ed asciugate gli spinacini.

Formate il burger partendo dalla base del bun: poggiate sulla provola ammorbidita una fetta di pomodoro, qualche spinacino, il burger, la provola, l’altra fetta di pomodoro e altri spinacini a contatto con la provola sul coperchio.

Chiudete e servite immediatamente, accompagnando con salse a piacere (io vi consiglio la maionese con una punta di wasaby ed il ketchup alla zucca che ho preso da Nonno Andrea)

NOTE

Accompagnate il tutto con patatine fritte a bastoncino fatte in casa!

 

Se ti piace la ricetta e se vuoi rifarla e fotografarla, taggami nelle tue foto -o storie- di instagram come monioneinamillion oppure posta la foto sulla mia pagina facebook .

 

Veggie burger quinoa piselli
Veggie burger quinoa piselli
Veggie burger quinoa piselli
Veggie burger quinoa piselli
Veggie burger quinoa piselli

16 Comments

  • Reply
    tizi
    27 Gennaio 2016 at 16:31

    che goduria l’hamburger fatto in casa con le patatine fritte fatte in casa!!! niente a che vedere con certa roba industriale… è proprio un mondo a sé. e se poi è anche vegetariano tanto meglio! complimenti per la bellissima ricetta 🙂

    • Reply
      Monica Giustina
      28 Gennaio 2016 at 9:46

      Io non sono una fanatica del ‘tutto fatto in casa’ più che altro perché non ho tanto tempo, quindi la pasta la compro, spesso anche ravioli o creme, però ci sono cose che preferisco di gran lunga homemade, e (pane) burger e patatine sono una di quelle. Piuttosto di mangiare certe schifezzuole in giro rinuncio! Grazie mille <3

  • Reply
    Chiara
    27 Gennaio 2016 at 18:32

    E’ la settimana del burger green questa? Che bella questa tua versione Moni e non vedo l’ora di sapere quanti altri piatti strepitosi tirerai fuori dai 2/3 di cucina che si sono rinnovati 🙂 la quinoa nera non l’avevo mai vista, ma mi incuriosisce…e ora vado a friggermi giusto due patatine dolci, che a vedere le tue bellissime foto mi è venuta un certo languorino!
    Baciottini e buona serata

    • Reply
      Monica Giustina
      28 Gennaio 2016 at 10:04

      A quanto pare 😉
      Ora vediamo un po’ di conoscerci meglio e di fare qualche ricetta che prima non mi riusciva ^_^
      Prendo un’acqua aromatizzata e ti raggiungo con un po’ di salsine per mangiarci assieme le patatine!

  • Reply
    Laura e Sara Pancetta Bistrot
    27 Gennaio 2016 at 20:41

    Oddio che meravigliaaaaa!!! Mony, allora quando ci inviti a cena?
    Sei stata bravissima, i burger buns sono stupendi, il tuo nuovo forno li ha colorati deliziosamente 🙂 E che dire del resto, tra burger, salsine e patatine non sappiamo davvero resistere!! Foto stu–pen-de!!!!!! Bravissima!
    Un bacione <3

    • Reply
      Monica Giustina
      28 Gennaio 2016 at 10:05

      Se potessi vi inviterei anche domani <3
      Immaginavo vi piacesse, tutti quei colori sarebbero un quadro perfetto per i vostri scatti stupendi. Grazie mille, un bacione!

  • Reply
    Francessca Piccirillo
    28 Gennaio 2016 at 6:55

    Ti ho conosciuta per caso su twitter ,quando c’era in programmazione X-Factor,e mi arrivò di te una bellissima sensazione…una ragazza molto ma molto simpatica e tanto sensibile allo stesso tempo… Mi piace il tuo modo di essere sempre schietto e allegro ed è bello venire a trovarti sul blog e trovare la stessa simpatia..un abbraccio ? P.s. foto bellissime e panini pure pure ??

    • Reply
      Monica Giustina
      28 Gennaio 2016 at 10:22

      Si diciamo che fatico a stare zitta anche quando dovrei, e così si vede subito che sono un misto di acida e ipersensibile 😀
      Grazie Francesca, stasera te ne preparo uno virtuale per la diretta di Masterchef 😉 😉 Smack

  • Reply
    Paola
    28 Gennaio 2016 at 9:41

    Tranquilla, io non rido. Se apro la bocca è solo per meraviglia, prima, e per addentare questa golosità, poi 🙂 Mi piace tutto, dal forno al ketchup 🙂

    • Reply
      Monica Giustina
      28 Gennaio 2016 at 10:27

      Eeeeee Paola grazie mille <3 Sei troppo buona tu :*

  • Reply
    Batù Simo
    28 Gennaio 2016 at 20:05

    ma è una visione paradisiaca!

  • Reply
    ely - Glutenfreeely
    29 Gennaio 2016 at 11:50

    Che spettacolo! Se porto il bun senza glutine mi fai il burger? 😉 Bravissima e come sempre le foto sono fantastiche!!!!

    • Reply
      Monica Giustina
      29 Gennaio 2016 at 18:53

      Ma certo, te ne preparo una tonnellata, era talmente buono (sarà che io infilo la quinoa ovunque… 😀 )! Ti aspetto, quando vuoi, io intanto metto in fresco un paio di birrette (ovviamente glutenfree!). Bacioni!

  • Reply
    Marta e Mimma
    31 Gennaio 2016 at 23:32

    Monica bellissima, finalmente riesco a godermi questo post che io stessa non vedevo l’ora di sbirciare! burger di piselli, panini homemade, maionese al wasaby e ketchup alla zucca…tu sai come elevare tutto e rendere un semplice panino il più buono e particolare di tutti! che dire di più se non che ti ador(iam)o???

    • Reply
      Monica Giustina
      1 Febbraio 2016 at 11:44

      L’adorazione è reciproca, e ogni vostro commento mi regala sempre un bel sorriso! Grazie di cuore <3

    Rispondi a Monica Giustina Cancel Reply