Autunno/ Estate/ Green food

Tarte ai porcini e parmigiano

 
Eccoci qui, rientrati dopo una breve pausa, con la ricetta che vi avevo mostrato in anteprima su facebook.
La stagione estiva umida e piovosa ha riempito i boschi circostanti di funghi di tutti i tipi, allora ho voluto provare un’alternativa alla classica spadellata con polenta, accompagnando dei bellissimi porcini con una besciamella ai formaggi, il tutto avvolto da un involucro dipasta brisée fatta in casa.
Tutte le vicissitudini di questa torta salata mi avevano indicato che era ora di tralasciare il blog per qualche tempo.

Il tutto è avvenuto in una tarda serata di metà settimana.
Guardavo i porcini arrivati dal cesto di mamma nel pomeriggio e meditavo. Erano freschi e perfetti, non volevo rovinarli lasciandoli in frigorifero, quindi ho deciso in pochissimo tempo come prepararli.
Preparo la base, la farcia e li griglio per bene.
Sistemo tutto nello stampo, mettendoli anche ben disposti sulla sommità.
Inforno e attendo.
Era cotta, potevo toglierla dal forno e farla raffreddare.
Quando mai!
Prelevo la griglia che s’inceppa sulla scanalatura, la torta ha un sobbalzo, fuoriesce della besciamella ed i funghi navigano alla deriva spatasciandosi sui bordi.
Tragedia.
Ormai tolgo la torta, cerco di far pagaiare i porcini in posizioni più o meno equilibrate, pulisco la tortiera e lavo il forno, sconfortata.
Era brutta, ma speravo almeno fosse buona.
Vista l’ora tarda la copro e vado a dormire.
La mattina mi alzo e, forse per gli occhi ancora assonnati, la guardo e non mi pare così male, così decido di fotografarla.
Ovviamente senza controllare i settaggi della reflex.
Soddisfatta vado al lavoro, poi a pranzo la riscaldo e decido che si, è proprio buona.
Nel tardo pomeriggio edito le foto e scopro che sono esageratamente rumorose.
Cerco di sistemarle il più possibile, ma non mi soddisfano, eppure non ho più porcini.
Buona era buona, le foto non sono granché, ma un posticino nel blog lo meritava.
Ed io avevo bisogno di ferie.
TARTE AI PORCINI E BESCIAMELLA AI FORMAGGI
per uno stampo da 11x35 cm
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
35 min
Total Time
1 hr 55 min
Prep Time
30 min
Cook Time
35 min
Total Time
1 hr 55 min
Ingredients
  1. Ingredienti
  2. PASTA BRISÉE
  3. -250 gr farina 0;
  4. -1 cucchiaino sale fino;
  5. -150 gr burro a T. ambiente;
  6. -1 uovo;
  7. -1 cucchiaio latte fresco;
  8. BESCIAMELLA AI FORMAGGI
  9. -380 ml latte;
  10. -25 gr burro;
  11. -25 gr farina;
  12. -noce moscata;
  13. -sale&pepe;
  14. -4 cucchiai parmigiano grattugiato;
  15. -100 gr formaggio spalmabile (darà più solidità alla farcia);
  16. FINITURA
  17. -4 porcini medi;
  18. -olio d'oliva;
  19. -sale;
  20. -prezzemolo fresco;
Preparazione
  1. BRISÉE
  2. In una ciotola setacciate la farina, il sale ed unitevi il burro a dadini. Sbriciolate bene con le mani, senza scaldarla troppo, quindi aggiungete l'uovo ed il latte. Mescolate, ottenendo una massa compatta.
  3. Spostatevi sulla spianatoia infarinata, impastate poco, giusto per ottenere una pasta omogenea, quindi fate riposare in frigorifero almeno
  4. mezz'ora.
  5. BESCIAMELLA
  6. Mettete a scaldare il latte e portatelo a prebollore.
  7. In un pentolino preparate il roux, facendo sciogliere il burro e
  8. versandovi poi la farina a pioggia e cuocete per 2-3 minuti senza smettere di mescolare; togliete dal fuoco, versate tutto il latte caldissimo, sbattete con una frusta e rimettete sul fuoco, quindi salate, pepate e spolverate con qualche grattata di noce moscata.
  9. Continuate a mescolare finché non si addensa.
  10. Togliete dal fuoco ed aggiungete subito i formaggi. Lasciate intiepidire.
  11. FINITURA
  12. Pulite i funghi, tagliateli a fette, spennellateli con un poco d'olio e grigliateli a fuoco vivace (o ormai che c'ero ho grigliato anche il cappellone che vedete in foto e me lo sono sbaffato mentre attendevo la cottura in forno della tarte). Salate e spolverate con il prezzemolo tritato finemente.
  13. Accendete il forno a 175°.
  14. Prelevate la brisée dal frigorifero, stendetela a forma rettangolare, con dimensioni di circa 42 x 18 cm, ed uno spessore di 3-4 mm. posatela nello stampo, fatela aderire ai lati e passate la sommità con un mattarello per eliminare la pasta in eccesso.
  15. Se volete, potete cuocere la base in bianco con le apposite sfere oppure fagioli secchi appoggiati sulla carta da forno, ma io ho preferito il metodo diretto non avendo molto tempo ed è venuta benissimo.
  16. Versate la farcia nello stampo e disponetevi sopra i porcini grigliati.
  17. Infornate per circa 35 minuti, quindi fate riposare almeno 15 minuti nel forno spento.
  18. Prelevate, sformate e servite subito con una spolverata di prezzemolo fresco.
One CAKE in a million https://www.onecakeinamillion.com/

 

 

22 Comments

  • Reply
    Maddalena Laschi
    26 Agosto 2014 at 9:38

    Le tragedie delle foodblogger….sapessi che cosa non ho passato con la torta che ho pubblicato oggi….. ma non importa, nonostante tutto i nostri lavori meritano di essere pubblicati e a volte siamo noi che ci facciamo un sacco di paranoie perchè la prima foto è bellissima e hai fatto bene a postare!!! un abbraccio!

    • Reply
      onecakeinamillion
      26 Agosto 2014 at 12:30

      Hai ragione, spesso non bisogna farsi troppe paranoie, soprattutto se un piatto è buono anche se non proprio bellissimo!

  • Reply
    Erica Di Paolo
    26 Agosto 2014 at 10:22

    A me piace proprio così, imperfetta ^_^. I sapori mi conquistano e mi sembra di saggiarne la delizia. Sei grande Monica, anche con i piccoli incidenti di percorso ^_^
    Un abbraccio grande.

  • Reply
    Emanuela Leveratto
    26 Agosto 2014 at 10:25

    a me piace e pure tanto!!! certo che pensare ai porcini già ora non lo avrei mai immaginato!! ora da me sta piovendo e fa freddo come in una giornata di fine settembre e mangerei volentieri polenta, ma siamo ad Agosto!!! roba da matti speriamo nell'anno prossimo 😀 grazie per il suggerimento del sale ho inserito la tua info nel post e ti ho ringraziata 🙂 <3 <3

    • Reply
      onecakeinamillion
      26 Agosto 2014 at 12:32

      Grazie Manu, troppo buona.
      Purtroppo quest'estate ballerina non ci ha donato il sole, allora cerco di coglierne gli aspetti positivi e via di funghi a volontà!
      Prego, figurati, non volevo fare la solita sapientona noiosa, è che tante volte si usano i classici trucchetti della nonna che sono pratici ma ingannevoli.
      Vedrai che ora gli albumi non avranno più segreti per te 😉

  • Reply
    LaGreg
    26 Agosto 2014 at 11:35

    Vista l'alta quota e le tue temperature forse meglio questo torta salata che il mio soufflé glacé!! Però sarei che avrei barattato volentieri un bicchierino per una fettona di questa brisée…e poi al porcino colto dalla mamma non si può dire di no!!
    Un bacione

    • Reply
      onecakeinamillion
      26 Agosto 2014 at 12:39

      La mamma è una gran appassionata di funghi, non tanto nel mangiarli, ma nel coglierli, pulendoli nel bosco così da lasciare li parte delle spore e li trasporta in un bel cestino che ne lascia cadere altre.
      Uff, bisognerebbe inventare un sistema di condivisione virtuale delle ricette -un po' a me ed un po' a te: sai quanti menù ci salverebbe un teletrasporto del genere?
      L'aperitivo di tizio, la tarte di Monica, il soufflè di Silvia: cena fatta 😉

  • Reply
    edvige
    26 Agosto 2014 at 12:48

    Molto buona adoro i porcini e dicono che quest'anno se ne trovano tanti. Grazie e buona serata.

    • Reply
      onecakeinamillion
      27 Agosto 2014 at 11:52

      Eh si quest'anno ce n'è tantissimi. Con l'umidità il sottobosco prolifera!

  • Reply
    Chiara Setti
    26 Agosto 2014 at 21:08

    E per fortuna che l'hai pubblicata comunque!!! Sembra deliziosa! Un bacione

  • Reply
    Nicol - Col kitchen and photos
    27 Agosto 2014 at 7:06

    Rumore o non rumore, navigazione di funghi o non navigazione, che importa!
    Torta sicuramente eccellente 🙂
    Per fortuna l'hai pubblicata!
    E ben tornata! 😀

    • Reply
      onecakeinamillion
      27 Agosto 2014 at 11:53

      Ritorno col botto…nel forno 😀
      Diciamo che per fortuna è buona!

  • Reply
    ๓คקเ
    27 Agosto 2014 at 8:24

    Buona davvero, da provare!

  • Reply
    Giulia
    27 Agosto 2014 at 10:06

    Nonostante le disavventure, hai fatto benissimo a decidere di pubblicarla: ha un aspetto molto invitante.
    Il mio compagno va pazzo per i porcini, e se gli preparo questa tarte so che lo faccio felice; ora bisogna solo trovarli…
    A presto
    Giulia

    • Reply
      onecakeinamillion
      27 Agosto 2014 at 11:55

      Sono contenta ti piaccia! Se tu fossi da queste parti ne saresti sommersa, conoscendo i posti giusti ce ne sono davvero tantissimi!

  • Reply
    Ciuffo biondo
    27 Agosto 2014 at 16:10

    Ciao!
    Qui a Bologna i porcini freschi scarseggiano…si può fare con quelli secchi? li faccio riprendere in acqua e li scolo? Comunque…che figata!!!!
    ciao Lisa

    • Reply
      onecakeinamillion
      28 Agosto 2014 at 6:51

      Ma ciao!
      Ovviamente non è la stessa cosa, perdono molto aroma quando vengono essiccati, ma basta sciacquarli bene e metterli a bagno per mezz'oretta, scolarli e puoi metterli nella tarte.
      Io li rosolerei leggermente in padella e li farei sfumare con un po' d'acqua (filtrata) in cui li hai fatti rinvenire. Ti consiglierei di non lasciarli in superficie della tarte, ma farli ammorbidire in cottura (in forno) dentro la bechamel, così sarà ancora più saporita.
      Fammi sapere!

  • Reply
    ilmondodiortolandia.com
    28 Agosto 2014 at 12:23

    Monica, questa ricetta mi piace tanto!! Semplice, raffinata e buonissima… con qualche modifica per la mia intolleranza al lattosio è perfetta per iniziare a reinserire il glutine… non vedo l'ora di provarla!! ti farò sapere
    a presto
    ciao Manu

    • Reply
      onecakeinamillion
      28 Agosto 2014 at 14:28

      Si fammi sapere!
      Anche io sono un pochino intollerante al lattosio, ma vado a periodi e appena sento i fastidi passo al latte 'alternativo', mentre nel resto del tempo mi abbuffo (anche rtoppo) ;D

    Rispondi a Emanuela Leveratto Cancel Reply