Antipasti/ Autunno/ Intolleranze

Cheesecake allo speck, radicchio e burrata

cheesecakerad1
Gli antipasti sono sempre un cruccio a casa mia, e così quando ho programmato la quarta ricetta per la collaborazione con Schaer e iFood per #gustosenzaglutine mi sono impegnata per realizzarne uno.
Questa cheesecake salata in bicchiere è facilissima da preparare, buona, ricca e soprattutto senza glutine.
Inizialmente volevo usare i Crackers , poi però quando ho assaggiato i biscotti Petit , burrosi, poco dolci e con una leggera sapidità di fondo, ho pensato che fossero perfetti da abbinare alle note di radicchio e speck.
Invece di usare il classico formaggio cremoso, che non mi fa impazzire, ho preferito variare sul tema ‘cheese’ con tante sfumature diverse, morbide e voluttuose.
Il connubio finale è davvero goloso, mi raccomando usate prodotti di qualità (quindi il radicchio tardivo IGP, per esempio, poi lo speck, la burrata…) che determinano sempre il risultato finale.

cheesecakeprep

 

CHEESECAKE ALLO SPECK, BURRATA E RADICCHIO

Tempo di preparazione : 30 minuti
Tempo di cottura: 10 minuti
PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

  • 40 g burro fuso
  • 120 g biscotti Petit SCHAER
  • 250 g radicchio di Treviso tardivo
  • 80 g robiola;
  • 30 g rapa rossa lessata
  • 125 g burrata
  • 250 g ricotta vaccina
  • 2 fette spesse speck
  • olio d’oliva extravergine delicato
  • sale
  • pepe nero

PREPARAZIONE

Frullate finemente i biscotti e metteteli in una ciotola insieme al burro fuso intiepidito, mischiate bene e mettete la base sul fondo di quattro bicchieri comprimendola.
Lavate, asciugate e pulite il radicchio, quindi grigliatelo oliato e condito con sale e pepe macinato al momento. Fate raffreddare e poi frullatelo con la robiola e la rapa (per dargli colore).
Frullate insieme la burrata e la ricotta, condendo con poco sale e pepe.

Tagliate lo speck a dadini e fatelo rosolare in padella finché non è ben dorato.

Prendete i quattro bicchieri con la base, mettete uno strato di crema al radicchio, uno di crema di burrata e rifinite con lo speck a dadini.
Potete servire subito, oppure conservare in frigorifero e tenere a temperatura ambiente fino a mezz’ora prima di servire.

Se ti piace la ricetta e se vuoi rifarla e fotografarla, taggami nelle tue foto di instagram come monioneinamillion oppure posta la foto sulla pagina facebook ed io la condividerò con piacere sui social!

cheesecakerad2
cheesecakerad3
cheesecakerad4
cheesecakerad5

RICETTE CON LA ZUCCA

12 Comments

  • Reply
    anna
    12 novembre 2016 at 14:45

    negli ingredienti nn sono indicati i biscotti nè x tipologia nè x quantità

    • Reply
      Monica Giustina
      14 novembre 2016 at 9:55

      Buongiorno.
      Era saltato un codice html, sistemato, grazie mille.

  • Reply
    edvige
    13 novembre 2016 at 16:31

    Questa cheesecake mi solletica molto avevo fatto una salata tempo fa ma se avessero aspettato il giusto raffreddamento sarebbe anche stata buona ma semifredda era orrenda 🙁 questa volta bacchetto le mani 🙂 🙂
    Grazie copiato e buona domenica.

    • Reply
      Monica Giustina
      14 novembre 2016 at 9:51

      Io per ovviare problemi le faccio nei bicchierini e via, così evito figuracce con gli ospiti 😉
      Ma immagino sarà stata comunque buonissima. Un bacio grande

  • Reply
    Margherita
    14 novembre 2016 at 4:43

    Credo che per “colpa tua”una delle prime cose che comprerò appena torno in Italia sarà un bel po’ di radicchio! Stupenda questa ricetta!

    • Reply
      Monica Giustina
      14 novembre 2016 at 9:53

      Ciao bellezza! Grazie mille, io adoro il radicchio tardivo e quando è stagione ne mangio a tonnellate, senza stufarmi mai.
      spero tu la faccia, è davvero facile e buona <3 smuack

  • Reply
    Francesca P.
    16 novembre 2016 at 15:24

    Io sono una grande consumatrice di burrata, ma è la prima volta che la vedo impiegata per una ricetta così, semplice e chic allo stesso tempo, originale, curiosa e, diciamolo, anche molto fotogenica! 🙂 Mi piace che il tuo legno sia presente nelle foto, è come un filo tra Nord e Sud, tra consistenza dura del materiale e morbida del formaggio…

    • Reply
      Monica Giustina
      21 novembre 2016 at 9:14

      Io vivrei di burrata, ma la mia intolleranza spesso e volentieri quando la mangio me la fa pagare salata 😉
      Adoro queste preparazioni in bicchiere, facili e con un’ottima resa e si può giocare con le consistenze senza avere brutte sorprese. Viva le connessioni nord-sud, le adoro!

  • Reply
    Mile
    6 dicembre 2016 at 18:32

    Recuperando un po’ di articoli…splendida e divertente questa ricetta.

    • Reply
      Monica Giustina
      12 dicembre 2016 at 15:03

      Grazie! Si poi è facile e buonissima, quindi perfetta 🙂

  • Reply
    ricettedacoinquiline
    31 ottobre 2017 at 21:56

    Dev’essere la fine del mondo!

    • Reply
      Monica Giustina
      2 novembre 2017 at 9:55

      Sono tutti sapori che amo e ritrovarli assieme è una piccola meraviglia <3 Grazie cara, buona giornata!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Minestrone Findus, da oggi 100% italiano